· 

Suggerimenti per una buona notte

Fai fatica ad addormentarti? Oppure ti svegli nel cuore della notte o non riesci a riprendere sonno?

Siete pronti a recuperare il sonno perduto? Abbiamo raccolto alcuni consigli che vi garantiranno un’intera notte di riposo. Sogni d’oro!

 

 

  • Fare attività fisica regolarmente aiuta il sonno, ti addormenterai prima e avrai un sonno più profondo. Ma quando? Attenzione, fare esercizio la sera potrebbe caricarti di energia e impedirti di addormentarti, quindi se possibile allenati durante il giorno.
  • Predisponi la tua camera da letto per il sonno: abbassa le luci, i suoni e anche la voce
  • Staccatevi dalla tecnologia e dedicatevi alle pagine di un libro. Meglio ancora se diventerà un rito serale che dirà al cervello quando è il momento di rilassarsi.
  • C’è qualcosa di riposante in una tazza di tè calda, prima di dormire. Il tè, infatti contiene principi che agevolano il sonno. 
  • Evitare pasti pesanti e abbondanti, bevande stimolanti a base di caffeina o alcolici;
  • Fai un bagno o una doccia calda prima di andare a letto: si rilassano muscoli e mucose respiratorie. 
  • Nella camera da letto metti al bando, computer e cellulari. E stop anche alla televisione e ai pisolini davanti allo schermo dopo cena. Senza dimenticare, poi, che pc e tv sono due fonti luminose che inibiscono il rilascio della melatonina, l’ormone che regola il ciclo sonno-veglia.
  • Una postura correttamente sostenuta, bilanciata ed orizzontale serve per ottenere il giusto rilassamento ed un miglioramento della circolazione sanguigna

Oltre a questi suggerimenti pratici, ricordiamo che l'arte antichissima, quella del massaggio, si fonda su una reazione fisiologica legata al contatto di pelle. 

Auto-massaggiarsi infatti, induce serenità grazie alla produzione di endorfine (le sostanze prodotte dal sistema nervoso che hanno azione analgesica).

 

Il massaggio che induce il sonno (o forse è meglio dire che combatte gli ostacoli al riposo) è quindi una tecnica tradizionale, che prende le mosse da ciò che accade in natura: anche nel mondo animale infatti il contatto è lo strumento con cui le madri calmano e rassicurano i propri piccoli.

 

E' possibile auto-massaggiarsi (possibilmente dopo un bagno caldo), sfiorando gambe e piedi. Poi tocca alla testa: massaggiare con movimenti dolci partendo dalla metà della fronte e arrivando alle tempie, dalla base dei capelli fino alle sopracciglia. Si può terminare effettuando piccoli cerchi alle tempie.

Scrivi commento

Commenti: 0