· 

Il Massaggio Tradizionale Thailandese

Oggi parliamo dei benefici del Massaggio Tradizionale Thailandese

 

Ad oggi le origini del massaggio tradizionale thailandese definito anche “massaggio antico” (noad phaen

boran) rimangono poco chiare. Alcuni riferimenti storici fanno risalire le origini di questo massaggio a più

di 2500 anni fa ed è verosimile che questa arte derivi dalla tradizione indiana della medicina ayurvedica e

cinese.

La filosofia ayurvedica, lo yoga e la teoria del massaggio thailandese si basano sulla convinzione

dell’esistenza, all’interno del nostro corpo, di invisibili canali energetici che percorrono il nostro organismo

e dentro ai quali scorre l’energia vitale, il Prana. Nella tradizione thailandese, questi canali si chiamano Sen.

Agendo attraverso le diverse tecniche di massaggio che consistono in pressioni ed allungamenti

determinate da un ritmo ben preciso e unico di questo trattamento, si stimola la liberazione dei Sen da

eventuali disfunzioni permettendo il libero scorrimento del Prana.

 

Spesso viene chiamato anche Massaggio yoga thailandese perché molte posizioni assunte durante la

pratica sono simili alle Asana dello yoga.

 

I benefici del Massaggio Tradizionale Thailandese possono essere così riassunti:

 

Tensioni muscolari: la persona che riceve il trattamento assume diverse posizioni che derivano dallo Yoga e

dallo stretching, che prevedono un allungamento muscolare, promuovendo una maggiore flessibilità e la

tonicità dei tessuti. È molto comune provare già durante il trattamento sollievo e sensazione di leggerezza

alla muscolatura.

Mobilità articolare: attraverso l’utilizzo delle diverse manovre si agisce in modo fisiologico sul movimento

articolare permettendo il nutrimento necessario alle funzionalità ottimali.

Depurazione: le manualità specifiche usate, favoriscono un naturale movimento dei liquidi aiutando

l’eliminazione di sostanze di scarto.

Rilassamento: il ritmo costante e le tecniche in una sequenza specifica favoriscono un profondo

rilassamento. Ciò è permesso dalle manovre, associate ad una corretta respirazione del massaggiato e del

massaggiatore, oltre che dal ritmo delle manualità, unico nel suo genere.